lunedì 5 luglio 2010

Delirio collettivo


Ma se vi foste affidati alla metropolitana Roma-Lido non avreste fatto prima?

4 commenti:

Quasibaol ha detto...

A me piace guidare.
Eppure, da alcuni anni, io sono veramente felice e mi sento libero solo quando la mia macchina resta bella parcheggiata e ferma e io mi sposto coi mezzi o uso internet, per quanto possibile, per espletare le mie pratiche.
Il traffico, oltre a essere incredibilmente stressante, è una gigantesca manifestazione di stupidità collettiva e culturale, oltre a un suicidio di massa, lento ma pur sempre suicidio.
Piuttosto che rischiare di trovarmi in quell'inferno -quello della foto qui sopra- io mi butto nel fiume! Ma ci vuole tanto a decidere di fare un sacrificio piccolo (ammesso che proprio non si possa fare altro che andare con la macchina) e uscire la mattina molto presto? Non c'é traffico, non fa caldo, non ci sono problemi di parcheggio, ti scegli il posto che vuoi sulla spiaggia e ti godi le ore migliori al mare.
No, noi simo nati con la macchina appiccicata sotto al culo e un irrefrenabile istinto suicida. Siamo destinati all'estinzione, e tutto sommato non è una prospettiva tanto brutta... per chi resterà.

Alessandro ha detto...

Pienamente d'accordo con te.

bikecity ha detto...

per non cascare nel delirio collettivo.....basta togliere il pilota automatico...non e' facile ma ci si deve provare!!!!

Alessandro ha detto...

Io ci sto provando :) E ieri sono stato messo a dura prova, causa sciopero dei mezzi. 1h 27 minuti di ritardo per il treno da Fiumicino. Roba da vergognarsi con le centinaia di turisti sulla banchina in attesa. Quasi nessuno sapeva dello sciopero (annunciato solo in italiano)

Chi sono gli utenti più indisciplinati a Roma?