mercoledì 24 novembre 2010

Ecco, c'è scappato il morto VIP

ROMA - Una religiosa è stata travolta da un’auto nella tarda serata di lunedì mentre attraversava la strada sulla via Nomentana all’incrocio con via Pola. La religiosa, Emanuela Camagni di 56 anni, appartenente all’istituto Memores Domini, è stata investita da una Fiat Panda che l’ha trascinata per alcuni metri. Soccorsa è stata trasferita al policlinico Umberto I dove è morta per una grave ferita alla testa. Ogni tentativo di operarla è stato inutile, e alle prime luci di questa mattina è deceduta in ospedale. L’auto che ha investito la suora appartiene ad un istituto di vigilanza. Il conducente dell’auto si è fermato per soccorrerla.


MEMORES DOMINI - Manuela Camagni era una delle donne laiche consacrate che fanno parte dell'appartamento papale, le Memores Domini della Famiglia Pontificia. Originaria di Cesena, Manuela aveva prestato il suo servizio anche a Tunisi, al tempo in cui era vescovo monsignor Fouad Twal, attuale patriarca latino di Gerusalemme.

-------------
Che sia la volta buona che qualcuno inizi a incazzarsi seriamente contro la moria giornaliera di persone sulle strade romane?

4 commenti:

COMITATO SPONTANEO VOLONTARIO ha detto...

mah....io penso che neanche se mettessero sotto il Papa prenderebbero provvedimenti..troverebbero una spiegazione tipo...il signore l'ha richiamato a se' ... o... e' stata una fatalita'...la provvidenza divina.
la velocita' o l'andare oltre i limiti non e' stato determinante!!!

Anonimo ha detto...

In questi ultimi anni l'invasione di locandine di concerti e serate in discoteca, i cartelli delle agenzie immobiliari, gli adesivi dei traslocatori (e potrei continuare a lungo) sta colpendo molte città italiane. Nell'ultimo periodo il fenomeno è esploso. Ogni superficie è buona per attaccarci questa spazzatura (o come diciamo a Napoli, munnezza). Questa forma di pubblicità è illegale, in quanto chi affigge non paga la tassa sulla pubblicità. Oltretutto crea inquinamento visivo, perché nasconde spesso la segnaletica e, comunque, distrae gli automobilisti non tanto per ciò che è scritto che spesso risulta illeggibile, ma per i colori delle grafiche. E poi diciamola tutta...sono davvero BRUTTI! Questo problema esiste anche in Europa, ma vi assicuro che è combattuto attraverso sanzioni amministrative e l'immediata rimozione da parte degli operatori ecologici. Stacchiamoli tutti! è l'invito che rivolgiamo a tutti coloro che sono stanchi di tollerare questo schifo e vogliono apportare il loro contributo nella lotta anti-degrado. Ognuno di noi può fare qualcosa nel suo piccolo...basta usare le mani!

Alessandro ha detto...

Anche la condotta di guida è determinante, non solo la velocità.

Anonimo ha detto...

certamente anche la condotta di guida e' determinante...pero' penso che andando piano e rispettando i limiti di velocita' si riesca sempre ad ovviare o a limitare i danni di eventuali distrazioni o inesperienze di guida...di certo, stando ai dati, il morto non ci scapperebbe!

Danilo

Chi sono gli utenti più indisciplinati a Roma?