mercoledì 20 ottobre 2010

L'aumento costante della doppia fila

Sarà, ma noi abbiamo questa sensazione: la doppia fila in questi ultimi tempi è aumentata. Basta farsi un giro a via Appia Nuova per accorgersi che le due corsie (correttamente segnalate dalla segnaletica orizzontale con vernice fresca) sono ridotte, di fatto, ad 1 corsia e 1/2. Noi che credevamo nel disincentivo della segnaletica orizzontale siamo rimasti esterrefatti di fronte questo scenario. Forse era meglio prima, quando la linea di mezzeria tratteggiata non c'era. Ora, purtroppo, la schifosa doppia fila è ancora più degradante.
Oggi abbiamo avuto la sfortuna di percorrerla tutta, da piazzale Appio a Largo Colli Albani. Ebbene, non c'è stato un singolo tratto dove fosse possibile percorrere la corsia di destra, per via delle auto (quando non erano camion) parcheggiate sulla corsia destra. Un vero schifo.
Vedere i pedoni che tentano di attraversare sulle strisce è quasi impossibile, per giunta.
I romani si sono adagiati pure su questo fronte. Non c'è più vergogna, c'è solo assuefazione a tutta questa inciviltà (stendiamo un velo pietoso sul fronte affissioni selvagge e graffiti, che affliggono il "centro commerciale naturale del IX municipio" da una vita...)

E l'inciviltà degli utenti delle strade romane aumenta, giorno dopo giorno.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

I romani hanno capito che il Comune approva e incoraggia la loro inciviltà. Anzi, gestisce Roma nello stesso modo. È chiaro che il messaggio, dopo due anni e mezzo, è stato completamente recepito.

Anonimo ha detto...

Anch'io ho quest'impressione, via Boccea e' afflitta dalla doppia fila oggi piu' che mai, sia chiaro: anche quando c'era Veltroni la situazione era pessima ma da quando c'e' Alemanno mi sembra che i vigili siano ancora piu' assenti.

Andrea Rossi

Lug il Marziano ha detto...

La sosta in seconda fila è in continuo aumento!!! E' la passione dei Romani per il mezzo privato e il risultato della poca attenzione a quello pubblico.

Lug il Marziano

Kenpachi ha detto...

Purtroppo non è un'impressione. Questa amministrazione sta dando la stura ai peggiori comportamenti cittadini, e non che quella precedente fosse meglio. Ci vorranno cinquant'anni e due generazioni per rieducare il popolo al rispetto delle regole.

Alessandro ha detto...

Secondo me il problema più grande è che se la polizia municipale si adagia su questi standard sarà difficile riprendere la situazione in mano.

Chi sono gli utenti più indisciplinati a Roma?