martedì 21 febbraio 2012

Anche quando progettate bene, le orecchie non sortiscono gli effetti desiderati

Basta una strada a doppio senso di marcia (con corsie di ampiezza regolare, niente di esagerato) per consentire ai cafoni di turno la creazione di un senso unico alternato.

Totalmente azzerata la visibilità (altrimenti ottima) dei pedoni attraversanti. Un vero pericolo per disabili e mamme/papà con carrozzine.

Basterebbe un salvagente sulla linea continua di mezzeria, ma anche in quel caso potrebbe non bastare come hanno dimostrato gli esperimenti di via Lemonia al parco degli Acquedotti.

2 commenti:

Davide ha detto...

Questi sono i soliti fenomeni con le Smart, che pensano di parcheggiare come gli pare solo perchè hanno una macchina piccola... anche se non mi stupirei se arriva uno con un Suv e fà la stessa cosa..

noiroma.blogspot.com

Alessandro ha detto...

non considerano che le auto devono deviare contromano per passare...Per loro "ce passeno" ugualmente anche gli autobus.

Chi sono gli utenti più indisciplinati a Roma?